Centaury è un’essenza ricavata dal fiore Centaurea minore o Cacciafebbre (Centaurium erythraea); appartiene al gruppo eccessiva sensibilità alle idee altrui (suggestionabilità), in cui troviamo anche Agrimony, Holly e Walnut.

Centaury è un soggetto con grande energia e potenzialità ma la sua forza (che, per quanto possa sembrare strano, gli viene proprio dalla sua sensibilità) è coperta dal bisogno di accontentare gli altri, di vederli felici. Lui, per vedere felici gli altri, si fa schiacciare: non sa dire di no e non sa spiegarsi il perché, dice solo “non ci riesco”. In questo modo viene facilmente manipolato, strumentalizzato ed etichettato come il “troppo buono” della situazione. Spesso è vittima di  bullismo e mobbing, quest’ultimo favorito dal fatto che Centaury difficilmente va contro i suoi princìpi, quindi difficilmente prenderà parte ad azioni che non condivide. 

Nonostante la debolezza di carattere (mostrata e maturata come sovrastruttura) dobbiamo riconoscere che ci troviamo di fronte ad un soggetto molto intelligente e – a livello sentimentale – anche abbastanza intuitivo, cioè che si rende conto delle cose, dei bisogni altrui e in realtà anche dei propri. Si rende perfettamente conto di essere usato, soffre moltissimo ma “non può farci niente” (così dice).

La cosa interessante di queste persone è che, una volta armonizzata la frequenza distorta, sembrano trasformarsi: vale a dire che, sviluppata  l’assertività, quella debolezza e quel bisogno di accontentare gli altri diventano quasi un vago ricordo.  Esce allora fuori il vero carattere, che è davvero energico, pieno di risorse e soprattutto coraggioso. Il coraggio lungamente represso (al fine di non deludere i propri cari) esonda in tutta la sua potenza.

Foto by Pixabay

Il problema di questa tipologia, il suo errore (per usare la terminologia di Bach) ha quindi a che fare con il concetto di autodeterminazione e con il dare valore ai propri desideri e diritti. Centaury ha due difficoltà fondamentali:

1) essendo buono, pensa che anche gli altri lo siano, così si fa imbrogliare e sottomettere, cadendo spesso vittima di malintenzionati;

2) è vittima anche di persone ben disposte, cioè che non hanno intenzione di fargli del male ma che lo cercano solo per sfogarsi, per parlare, succhiando la sua disponibilità; insomma, attira i cosiddetti vampiri energetici.

Entrambe le problematiche hanno a che fare con i confini: Centaury non mette confini, permette a chiunque di entrare e, spesso, soffre per l’eccessivo surmenage a cui va incontro. Lui cerca, attraverso questa instancabile dedizione, di essere amato e riconosciuto (“se fai il bravo la mamma ti vuole bene”).  Cedendo sempre alle richieste dell’altro, piegandosi continuamente, non cresce e resta – di fatto – infantile, non si sviluppa. In realtà, a livello inconscio, il suo servire gli altri è proprio un modo per non crescere, per questo motivo i Centaury sono attratti (ed attirano) persone dominanti e narcisiste. Bisogna inoltre tenere presente che in uno stato Centaury sono presenti anche un complesso di inferiorità e un’angoscia fortissima perché il soggetto soffre inevitabilmente (probabilmente è anche molto predisposto a nevrosi e a tentativi di suicidio).

Queste persone emanano sovente segnali contrastanti tra ciò che dicono a parole e ciò che dicono con il corpo: un conto è dire no con un gran sorriso, un altro è dire no con espressione seria. Il linguaggio non verbale, come ormai sappiamo tutti, arriva prima di quello verbale. Molti Centaury si sforzano di dire di no ma – poiché al tempo stesso non vogliono deludere l’altro – lo dicono sorridendo (quasi a dire “ti dico di no ma ti prego, amami lo stesso”) e quindi l’interlocutore/il venditore/il malintenzionato si avvicina ancora di più. I Centaury hanno inoltre la tendenza a camminare con la schiena incurvata, mostrando così anche esteriormente la loro tendenza alla sottomissione e il ritenere di valere poco.

Foto by Pixabay

Il rimedio floreale aiuta la persona a prendere consapevolezza del suo valore e dei suoi diritti; si usa non solo nel caso di tipologie caratteriali ma anche nelle dipendenze affettive e in tutti i casi in cui si è sottomessi a qualcosa, ad esempio nell’alcolismo o nella tossicodipendenza. E’ utile per riprendersi dopo una convalescenza (anche per portare energia ad animali e piante debilitate), in caso di insufficienza circolatoria (varici), abbassamento delle difese immunitarie e in caso di sessualità repressa; è raccomandato a chi si accontenta di poco, a chi si fa amare male pur di ricevere un briciolo di attenzione che viene scambiata per amore, a chi dice troppo spesso “grazie” (anche quando non c’è nulla da ringraziare), a chi non ha amor proprio,  a chi si svaluta, a chi non dà valore a ciò che fa. Serve  a chi perde di vista la propria vita e i propri obiettivi per servire passivamente qualcuno. Grazie alla loro empatia, una volta armonizzati, i Centaury possono diventare delle buone guide, dei buoni terapeuti e/o psicologi perché riescono ad intuire facilmente cosa prova l’altro e di cosa ha bisogno; una volta “guariti”, mantengono tutta la  sensibilità, la generosità e la produttività, ma imparano – finalmente – a difendersi.

Foto by Pixabay

PREPARAZIONE DEL RIMEDIO: metodo del sole;

GRUPPO 1: suggestionabilità (eccessiva sensibilità alle idee altrui);

GRUPPO 2: fiori tipologici (Vergine).

NB: Secondo la teoria dei binari di Kramer, Centaury non andrebbe mescolato con Holly e Pine contemporaneamente (cioè non andrebbero messi tutti e tre nella stessa miscela). 

Autrice: Dhyana C. – Verde speranza blog (www.verdesperanza.net)

Ultima modifica all’articolo: 27 ottobre 2019, ore 23:37.

© Dhyana C. – Verde speranza blog (www.verdesperanza.net). Tutti i diritti riservati. E’ severamente vietato riprodurre questo testo altrove – anche modificando le parole – senza citare la fonte. —> Se non vuoi incorrere in sanzioni, vai a Come usare a norma di legge i miei articoli.

——————————————–

Leggi anche:

Cosa significa essere coraggiosi (e i fiori di Bach per il coraggio)

MIMULUS: il fiore di Bach per chi è timido e pauroso del mondo

Fiori di Bach: quando il trattamento non funziona

L’amore bisognoso (e manipolatorio): le caratteristiche e il fiore di Bach CHICORY

—> Seguimi su FACEBOOK