Heather (brugo) è il terzo fiore del gruppo solitudine. Se Chicory è stato etichettato “la madre bisognosa”, Heather è “il bambino bisognoso”: questo fiore ci parla infatti di una solitudine che deriva da un grande vuoto, un antico vuoto d’amore, probabilmente neonatale.

Questo bisogno d’amore, che resta attaccato alla persona, si manifesta con un forte egocentrismo e con una personalità teatrale: il tipo Heather ha bisogno di parlare tanto, è quel tipo che ti trattiene le ore al telefono e parla solo lui senza neanche chiederti “tu come stai?”. Magari sa anche ascoltare ma non ce la fa, non riesce a focalizzarsi sui bisogni altrui perché è continuamente preso a lottare contro la sua ansia, contro questo bisogno di stare continuamente al centro dell’attenzione, di essere visto, di essere considerato. Il parlare tanto è infatti un modo per svuotarsi metaforicamente da questo immensa ansia, da questo immenso bisogno di amore, e’ un modo per dimostrare a se stesso “io esisto. Esisto anche se non mi sono mai sentito amato”.

Heather, insieme a Chicory, è predisposto ad essere un ipocondriaco.

Un suo gesto tipico è quello di aggrapparsi al braccio della sua “vittima” (spesso sceglie Centaury o Mimulus, i più deboli) per non farla andare via. Purtroppo i suoi modi di fare lo rendono poco desiderabile e quindi a un certo punto i suoi interlocutori, almeno i più determinati, se ne vanno perché non reggono lo stress mentale che i monologhi di Heather, e la sua personalità accentratrice, causano.

I suoi tratti distintivi sono  il fatto di essere logorroico, di voler accentrare l’attenzione su di sé e anche di esagerare un po’ le situazioni da lui raccontate. Le sue conversazioni iniziano quasi sempre con “io”.

In realtà, nello stato armonizzato, Heather sa ascoltare, perché la capacità ce l’ha, solo che è troppo preso da se stesso per dare spazio agli altri e finisce per diventare un vampiro energetico: lui si nutre degli altri e se ne serve, seppur senza cattiveria e forse anche inconsciamente, per scaricare l’ansia.

Il rimedio Heather si consiglia anche se la persona non è tipologicamente così ma ha comunque l’esigenza di autosservarsi molto, di parlare troppo con se stessa, di essere logorroica nei suoi  stessi pensieri.

Va preso in considerazione per trattare stati di bulimia e/o attacchi di fame, spesso in combinazione con Cherry plum. (Si ricorda che per qualsiasi problematica, al di là delle indicazioni generali, possono essere necessari altri fiori che un consulente potrà facilmente individuare).

PREPARAZIONE DEL FIORE: metodo del sole;

GRUPPO 1: solitudine;

GRUPPO 2: fiori aiutanti.

NB: Secondo la teoria dei binari di Kramer, Heather non andrebbe mescolato con Mustard e Mimulus contemporaneamente (cioè non andrebbero messi tutti e tre nella stessa miscela).

© Dhyana C. Tutti i diritti riservati.

——————————————–

Leggi anche:

Fiori di Bach: quando il trattamento non funziona

L’amore bisognoso (e manipolatorio):le caratteristiche e il fiore di Bach CHICORY

Fiori di Bach: quali sono, classificazione e utilizzo generale

Domande frequenti sull’assunzione dei fiori di Bach

—> Contattami per effettuare con me una CONSULENZA ONLINE FIORI DI BACH