La magia della scrittura: scrivere per aiutare se stessi (la mia esperienza)

Oggi siamo in un’epoca strana, molto contraddittoria: tutti scrivono qualcosa (messaggi, post su Facebook, articoli su blog) ma pochi – a mio avviso – hanno compreso appieno il potere evocativo (e direi anche terapeutico) della scrittura (oltre al fatto che il 90% di chi scrive, produce in realtà cose molto banali, piene di vuoto – direi).

Scrivere può aiutarci a capire noi stessi? Secondo la mia esperienza sì.

Io, da piccola, avevo manifestato subito due grandi caratteristiche: una fervida immaginazione – comune, forse, a tutti i bambini – e la capacità di mettere nero su bianco tutto ciò che mi passava nella testa. Scrivevo diari, pensieri, temi scolastici lunghissimi, uno addirittura di 19 facciate di quadernone. Il mio voto ai temi era sempre il solito, quasi scontato: bravissima 10.  Devo ammettere che per molto tempo sono stata convinta del fatto che, poiché scrivere mi rimaneva così facile, doveva sicuramente essere facile anche per gli altri; non capivo cioé come facessero alcuni miei compagni a consegnare fogli in bianco. Poi mi resi conto che ognuno di noi ha un talento e che il mio non doveva per forza corrispondere a quello degli altri.

Per tanti anni ho continuato a scrivere diari e lettere, in maniera quasi compulsiva: io ero una di quelle che negli anni ’90 aveva quelli che allora erano chiamati “gli amici di penna”: bambini che mettevano un annuncio su un giornalino dicendo che volevano avviare una corrispondenza per conoscere persone o per sentirsi meno soli, e io spesso rispondevo. Una di queste amiche di penna la conosco tuttora, siamo state in contatto fino a tre anni fa. La sua ultima lettera cartacea l’ho ricevuta – credo – nel 2016, poi siamo passate ad internet e devo dire che non è stata la stessa cosa: aprire la cassetta della posta e trovare una lettera solo per te non dà lo stesso effetto che trovarci i volantini della Carrefour o la bolletta di Eni gas e luce. Inoltre scrivere una lettera ti induce ad uno stato di rilassamento ed apertura che non è paragonabile ad un “Come stai?” su Messenger, così quella magia durata tanti anni è svanita.

Foto by Pixabay

In tutta questa esperienza con la scrittura ho avuto modo di notare una cosa sorprendente: la scrittura, se praticata in un certo modo, è “magica” perchè aiuta tantissimo nel processo di chiarificazione; scrivendo, è come se ci facessimo del counseling da soli: nel counseling è il counselor che rispecchia le tue parole, nella scrittura – invece – sei tu che, scrivendo e poi rileggendo, arrivi alla soluzione del problema.

Questo per quanto riguarda la scrittura “normale”, tipo diario o lettera, ma c’è un’altra risorsa immensa: la creazione di storie, soprattutto se abbinata a dei disegni.

Se hai letto la mia biografia saprai che ho lavorato con i bambini per un bel po’ di tempo. Capitava che questi bambini avessero dei conflitti interiori, talvolta erano spaventati da qualcosa ed io, che nel tempo ho mantenuto una parte bambina molto forte, proponevo loro dei metodi creativi che a volte erano un po’ improvvisati – perché magari la lezione era finita – ma che comunque si rivelavano efficaci: dei disegni, a volte accompagnati da storie.

 

Affascinata da ciò che vedevo nei miei alunni, iniziai a fare la stessa cosa su me stessa: il giorno in cui il counselor mi chiese “portami un elenco dei fatti più importanti della tua vita avvenuti nei vari settenni” mi venne spontaneo abbinarci dei disegni e notai con grande stupore che quei disegni spesso rispondevano a domande molto antiche. Ma non solo: nei disegni fatti posteriormente, essi  anticipavano, in maniera simbolica, fatti che si sarebbero avverati dopo. Ancora oggi ho due “mappe” custodite gelosamente in un baule, mappe disegnate da me, con dei personaggi che parlano. Credo che quelle mappe siano state il più grande viaggio dentro me stessa e dentro il mio futuro che io abbia mai fatto.

Sempre in quel periodo, quando frequentavo

Foto by Pixabay

lo studio di counseling, ispirata da quel professionista verso il quale provavo una sorta di amore e odio, mi balenò l’idea di risolvere una mia grande fobia  scrivendo una storia. Diedi così vita ad una narrazione illustrata attraverso la quale ho conosciuto e pacificato varie parti di me; con una spontaneità che mi sorprese non poco, riuscii a produrre un lavoro straordinario.  E non solo: l’attività onirica di quel periodo era molto intensa.

“Queste tecniche potresti utilizzarle un domani, quando anche tu sarai counselor” – mi disse lui. La scuola di counseling che fequentavo allora la lasciai ma l’idea di mettere a disposizione queste tecniche rimase viva dentro di me, che neanche a farlo apposta ho una laurea in comunicazione e un’altra in antropologia. Che la mia missione fosse proprio questa?, cioè quella di mettere la scrittura al servizio dell’uomo, affinché impari ad utilizzare questa risorsa per scoprirsi da solo?

Così ho dato vita questi due percorsi narrativi: Una storia per conoscerti e Una storia per orientarti. Il primo servizio è volto prevalentemente a pacificare parti di noi che sentiamo essere in conflitto (e può essere affiancato ad una consulenza fiori di Bach); il secondo è più per fare una scelta (e può essere affiancato ad un consulto I Ching). Infine, per chi desidera migliorare un proprio scritto (punteggiatura, stile, struttura) è attivo il servizio di revisione testi.

“[…] E così ho potuto far parlare il signor Jaime, la signora Sara e tutti gli altri. […] Non appena prestavo loro la mia voce, dicevano cose che non avevo mai pensato. Soprattutto si giustificavano, ritenevano ingiuste le mie critiche, insistevano nel dire che mi amavano […].”

-A. Jodorowsky (La danza della realtà)

E allora? cosa aspetti? Contattami per iniziare a scrivere insieme a me la tua fantastica storia personale!

Autrice: Dhyana C. – Verde speranza blog (www.verdesperanza.net)

Una storia per conoscerti (percorso narrativo online di conoscenza personale)

Una storia per orientarti: percorso narrativo online di conoscenza personale

© Dhyana C. – Verde speranza blog (www.verdesperanza.net). Tutti i diritti riservati. E’ severamente vietato riprodurre questo testo altrove – anche modificando le parole – senza citare la fonte. —> Se non vuoi incorrere in sanzioni, vai a Come usare a norma di legge i miei articoli. Verde speranza blog utilizza appositi programmi per scoprire eventuali copie illecite dei contenuti di questo sito.

Tutte le foto presenti in questo sito sono state prese da Pixabay.

——————————————–

ABBONATI GRATUITAMENTE ALLA MIA RIVISTA!

Leggi anche:

Consulenza online di floriterapia (fiori di Bach)

Consulto I Ching online (via mail, personalizzato)

Conoscere la propria vocazione e realizzarsi: il fiore di Bach WILD OAT

Vocazione personale, questa sconosciuta… (quando non sai cosa fare della tua vita)

Commenti da Facebook
Se ti è piaciuto quello che ho scritto condividilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto
error: Content is protected !!